Natale a New York

Natale a New York è un film uscito in Italia il 15 dicembre 2006 e diretto da Neri Parenti

TRAMA

17683737_il-nostro-viaggio-nel-natale-new-york-neri-parenti-2006-11Camillo Ferri, in arte Lillo, è sposato da 25 anni con Milena. Ex cantante di piano-bar, l’uomo ha resistito ad ogni tentazione femminile per salvaguardare se stesso dalla perdita degli enormi vantaggi ottenuti con il contratto matrimoniale: sua moglie, infatti, è una donna ricchissima che però lo lascerebbe senza un soldo in caso di divorzio.

Un giorno Lillo incontra Barbara, una sua vecchia fiamma nonché ex Miss Ciociaria, una bellissima donna sposata col facoltoso Claudio Ricacci che si innamora perdutamente di lui al punto di volerlo sposare. Per evitare di rovinare la propria vita agiata, Lillo non esita a mettere in guardia il suo rivale dai continui trabocchetti messi in atto da Barbara, decisa a smascherare l’infedeltà di Claudio così da rendere vano il contratto di matrimonio. All’albergo Lillo fa conoscenza di Lello, figlio di un collega amico di Lillo e pianista: anche lui avrà le sue disavventure, tra il direttore che lo vessa fino a licenziarlo e la figlia di Lillo e Milena, Carlotta sulla quale cerca di far colpo.

Filippo Vessato è un giovane chirurgo che fa parte dello staff dello spietato professor Severino Benci, un luminare della medicina laureatosi a New York 20 anni prima. Filippo, in procinto di essere promosso a viceprimario, deve andare a New York per sposarsi con la sua fidanzata italoamericana Mary, ma il primario gli concede solo quattro giorni di vacanza in cui ha il compito di far rientrare anche un incarico personale: portare al figlio di Benci, Francesco il regalo di Natale del padre. Giunto negli Stati Uniti, Filippo scopre che il figlio di Benci e il cugino Paolo non sono affatto studenti modello, come gli aveva raccontato Benci, ma due veri fannulloni e imbroglioni.

alessandro-siani-e-elisabetta-canalis-li-in-una-scena-del-film-natale-a-new-york-33611E le sorprese per Filippo continuano con l’arrivo a New York del primario che rivela un lato di sé completamente inaspettato. Il primario infatti era arrivato in seguito ad una bugia raccontata da Vessato, che gli aveva annunciato l’imminente premiazione di Paolo e Francesco come migliori studenti dell’anno. Il primario giunge allora a New York a sorpresa e dopo alcune disavventure con Vessato, viene a scoprire che Paolo e Francesco erano stati sì premiati, ma come “fancazzisti” dell’anno. Il giorno dopo Benci è furibondo, licenzia Vessato e chiede un incontro al rettore per far controllare ogni momento figlio e nipote. Ma proprio negli stessi minuti si stava celebrando all’università il ventennale della nascita della confraternita dei “fancazzisti”, di cui Francesco e Paolo facevano parte.

I due ragazzi vengono a scoprire che l’anonimo fondatore non era altro che il professor Severino. In questa nuova situazione riescono quindi a patteggiare: altri due anni massimo di “fancazzismo” prima di mettersi a studiare sul serio e promozione a viceprimario per il dottor Vessato. Arriva per quest’ultimo il giorno delle nozze con l’egoista fidanzata. In chiesa da una parte ci sono gli amici di Mary, tutti raffinati e per bene, dall’altra gli amici di Vessato, principalmente conosciuti a New York al Riverside College. Mary chiede a Filippo di buttarli fuori, e Filippo lo fa, uscendo però poco dopo a sua volta e annullando dunque il matrimonio.

Alla fine Lillo non riesce a resistere alla tentazione di Barbara, con la quale tradisce Milena; stessa cosa fa Claudio la cui amante è, ironia della sorte, Carlotta Ferri, figlia di Lillo. Barbara e Milena ingaggiano un detective privato che fotografi i rispettivi mariti in flagrante. natale_a_new_york_00_natale_a_new_york_foto_filmLillo riesce a intercettare le foto ma si fa ingenuamente scoprire da Milena, che però prende la busta sbagliata e, aprendola, scopre le foto di Carlotta con Claudio. Lillo, Milena e Carlotta a quel punto vanno da Claudio per rimproverarlo. La famiglia Ferri promette la massima discrezione sulla faccenda, ma a quel punto irrompe Barbara con l’altra busta delle foto e la apre frettolosamente, credendo che esse ritraggano il marito: invece ritraggono proprio lei e Lillo, il tutto agli occhi di Milena.

L’epilogo è raccontato da Lillo: Lello e Carlotta si sono sposati a Las Vegas, i coniugi Claudio e Barbara vista l’infedeltà reciproca decidono di perdonarsi, ma s’intende che continueranno le loro scappatelle, Filippo, Francesco e Paolo si vedono festeggiare capodanno come matti, Milena decide di mettersi con uno stimato chirurgo ovvero Benci e Lillo è tornato a fare il pianista commentando “Chi appende cappello, tenga freno all’ucce…!“.

COMMENTO

Ahahaha, penso che questo film sia il massimo. Intanto davvero ottima la recitazione da parte di tutti gli attori, poi complimenti a Neri Parenti per il film e per, soprattutto, la trama.

Personalmente posso dire che questo è uno dei migliori cinepanettone degli ultimi tempi.

VOTO: 9.5