Vacanze di Natale

Vacanze di Natale è un film commedia diretto dal regista Carlo Vanzina.

TRAMA

Cortina, inizio degli anni ottanta, le famiglie italiane più rinomate, tra cui spadroneggiano i ricchi signorotti milanesi e romani, si danno appuntamento per trascorrere le vacanze natalizie nella località turistica delle Dolomiti. Ci sono i Covelli, una famiglia di ricchi costruttori edili, tra cui spiccano l’avvocato Giovanni Covelli, il capofamiglia annoiato dalla routine delle vacanze di Natale, che non sopporta la snobbissima moglie attenta solo all’immagine e poco alla sostanza, e che si trovano insieme ai figli Roberto, Diamante e Luca.vacanze-di-natale

Il primo è giunto a Cortina d’Ampezzo direttamente da New York con la bellissima Samantha, ma si scoprirà omosessuale (verrà “pizzicato” a letto con Leonardo Zartolin) e finirà ripudiato dai genitori; la seconda, scorbutica e inquieta, ha un pessimo rapporto con Roberto; il terzo pensa più allo sport (e in particolare alla Roma, di cui è tifoso sfegatato) che alla fidanzata Serenella, la quale per gelosia gli farà credere che il suo migliore amico, il borgataro Mario, si sia invaghito di lei.

Mario, venuto in vacanza da Roma a Cortina con la sua famiglia un po’ rozza ma simpatica – la quale è composta dal padre Arturo Marchetti, la madre Erminia e la nonna materna – è interessato in realtà a Samantha e riuscirà a trascorrere con lei la notte di Capodanno, con la promessa di rivedersi anche nei periodi successivi, quando le vacanze saranno finite, e a riappacificarsi con Luca, che gli chiederà scusa per aver creduto alla storia falsa di Serenella.

NGpBKdcC’è poi Billo, playboy che suona al piano bar dell’Hotel più importante di Cortina e che rincontra la sua ex fiamma Ivana, moglie annoiata di un cummenda milanese arricchito e superficiale, Donatone, che la trascura. Stanca del marito, Ivana viene spinta al tradimento dall’amica Grazia, l’infedele moglie dell’imprenditore bolognese Cesarino Tassoni, il quale è del tutto ignaro dei suoi tradimenti, reputandola anzi una moglie fedele.

Billo è ancora innamorato di Ivana ma, dopo avere saputo che è sposata con Donatone, cerca di fare incontrare quest’ultimo con Moira, detta “la mandrilla di Porto Recanati”, una donna avvenente in cerca di avventure, e di far sì che diventino amanti, in modo che Ivana abbandoni il marito. Dopo aver scoperto il tradimento del consorte, Ivana finisce tra le braccia di Billo, ma tornerà dal marito dopo aver scoperto che ha avuto un incidente con l’auto. Il film si chiude con tutti che si ritrovano l’estate successiva sulle spiagge della Sardegna.

COMMENTO

Da oggi ogni Martedì alle 11.30 verrà pubblicata la recensione di un CINEPANETTONE. Il primo ad essere recensito è questo, ovvero Vacanze di Natale.

tumblr_ngf4uvgHWR1tdll6qo1_500Beh che dire, intanto il film è molto carino, ben strutturato e con un buon cast, composto da attori di fama sia attuali che dell’epoca. Il film è stato girato in sole 3 settimane ed è uscito nelle sale italiane il 23 dicembre 1983 ed ha portato un incasso di ben 2.997.000.000 (lire).

Possiamo notare anche nel film Vacanze di Natale 2000, che verrà recensito la settimana prossima, viene riproposta la famiglia borghese che come nel primo Vacanze di Natale si chiama Covelli dove il capo famiglia è sempre l’avvocato Giovanni Covelli

 VOTO: 9.5