Il 6 novembre 1983 a Hawkins, una remota e tranquilla cittadina dell’Indiana, il dodicenne Will Byers, membro di un ristretto gruppo di quattro amici fraterni, sparisce in circostanze misteriose; allo stesso tempo in un laboratorio segreto nei dintorni della stessa cittadina un ricercatore è vittima di un’inquietante creatura. Dallo stesso laboratorio Hawkins, una stramba ragazzina approfitta della confusione generata dall’incidente per fuggire. Dopo aver trovato rifugio in un ristorante, inseguita da agenti del laboratorio, continua la sua fuga imbattendosi nei tre migliori amici di Will: Mike, Dustin e Lucas, che si erano messi sulle tracce del fidato compagno svanito nel nulla. La ragazza, che si identifica con il numero tatuato sul suo braccio, “Undici”, crea un legame in particolare con Mike, il quale accetta di nasconderla nella sua abitazione.

“Undici”, a conoscenza delle sorti di Will, aiuta i ragazzi a cercarlo, spiegando loro come sia finito in un’altra dimensione paragonata a una sorta di “sottosopra” del mondo reale, popolata da mostruose creature, una delle quali, dai ragazzi chiamata Demogorgone in riferimento al “principe dei demoni” di Dungeons & Dragons, lo ha rapito. Le indagini della polizia locale, guidate dall’agente Hopper, sono intanto ostacolate dal laboratorio Hawkins, che inscena anche una finta morte del bambino. La madre di quest’ultimo, Joyce, vive nel frattempo bizzarre esperienze soprannaturali nella propria casa, nelle quali il figlio riesce a mettersi brevemente in contatto con lei, mentre Jonathan, il fratello maggiore di Will, inizia a indagare con Nancy, sorella di Mike, su una creatura che potrebbe aver rapito il fratello e un’altra ragazza del luogo. Le ricerche di Hopper, Joyce, Jonathan, Nancy e di tutti i ragazzi convergono presto insieme contrapposte al tentativo degli agenti del laboratorio di insabbiare quanto sta avvenendo nella città e ricatturare Undici. 

RECENSIONE

Serie che puo piacere come non piacere, e se devo esser sincero non sono amante del genere. Dopo averne sentito parlare a lungo ho deciso di vedere questa tanto famosa serie. 

In 24 h son riuscito a terminarla tutta, quindi solo questo basta per farvi capire quanto mi sia realmente piaciuta. Ottima trama e sceneggiatura, la serie prende molto lo spettatore e lascia parecchi punti interrogativi, che tratterò in un prossimo articolo, allo spettatore.

CONSIGLIATA, sia per gli amanti che non del genere fantasy.