FBI accede all’iPhone 5C senza l’aiuto di Apple

Ultimamente si parla molto dello scontro tra l’FBI e Apple per la creazione di una backdoor che consenta l’accesso ai dati dell’iPhone del terrorista coinvolto nella strage di San Bernardino. A quanto pare lo scontro è finalmente terminato dato ché l’FBI ha ottenuto ciò che voleva senza l’aiuto di Apple.tim-cook-fbi

Il materiale estratto dall’iPhone 5C del terrorista sarà infatti classificato come segreto e quindi non utilizzabile pubblicamente, ovviamente a meno che l’organo americano non sia costretto a renderlo noto.