Fast And Furious 8 (RECENSIONE)

Con Dom e Letty in luna di miele a Cuba e la partenza di Brian e Mia, la squadra sembra aver finalmente trovato la tranquillità tanto desiderata. Ma i guai sono dietro l’angolo, e questa volta si manifestano sotto le spoglie della bella e letale Cipher, una spietata terrorista informatica, che riesce a spezzare l’equilibrio della squadra trascinando Dominic dalla sua parte. Per riportarlo alla ragione, Letty, Hobbs e gli altri saranno costretti a chiedere aiuto ad un loro vecchio nemico, Deckard Shaw.

RECENSIONE

Quello di Fast & Furious è un mondo a se stante, c’è poco da fare, la saga parla di un fantasy urbano intorno al quale orbitano valori (famiglia, rispetto, lealtà) e contornato da esplosioni e motori. 

Fast and Furious 8 è semplicemente spettacolare, non soltanto per le sequenze d’azione bensi per tutto il contenuto presente al suo interno.

La trama è davvero qualcosa di unico e, non spoilerando niente, devo dire che il colpo di scena che è presente nella seconda parte del film ci mette in chiaro numerose cose.

A livello di sceneggiatura e roba varia niente, semplicemente qualcosa di favoloso!

Sinceramente sono un grandissimo fan della saga e sinceramente non mi sarei mai e poi mai aspettato un sequel dopo il 7.

Potrebbe interessarti:

Fast And Furious 7

 

  • Trama
  • Qualità
  • Sceneggiatura
5

Riassunto

Sono rimasto davvero molto ma molto soddisfatto da questo film e vi giuro che secondo me si potrebbe già meritare il titolo di Best Film 2017