Nel corso degli anni, Apple ha più volte chiesto una riforma fiscale che permettesse di riportare negli USA gli utili dell’azienda, e Trump ha promesso di farlo con un tasso agevolato del 10%. Molti dei ricavi Apple sono presenti all’estero, circa 237 miliardi di dollari, e gli USA hanno tutto l’interesse a far rientrare in casa questi enormi capitali. Per farlo, Donald Trump ha promesso, in campagna elettorale, che favorirà questo processo abbassando il tasso di imposta dal 35% al 10%.donald-trump-file

Questa agevolazione potrebbe convincere Apple, e tutte le altre multinazionali del paese, a riportare gran parte del denaro negli Stati Uniti.