Benvenuti in una nuovissima serie di Curiosity TOP 5, ovvero la serie settimanale pubblicata OGNI MERCOLEDI ALLE 15.30 su www.leonardoverona.it
Per contatti, consigli e altro riguardante questa serie: curiosity@leonardoverona.it

https://www.facebook.com/leonardoveronaswebsite/


Ecco le 5 cose che NON sapevi su – CALL OF DUTY

  1. Secondo quanto detto da Joystiq, un uomo di 46 anni avrebbe aggredito un ragazzo di 13 anni perché era stato ucciso troppe volte nel gioco di Call of Duty Black Ops. L’uomo è Marc Bradford ed ha affermato di aver da sempre giocato con il ragazzino. In qualche modo è riuscito a trovare l’abitazione del bambino e l’ha colpito tenendolo per il collo ma per fortuna è stato fermato in tempo da parte della vittima. Bradford ha giustificato il gesto dicendo che stava giocando da tutto il giorno e il ragazzo non la smetteva di insultarlo. Alla fine ha perso le staffe ed è stato arrestato.

  2. Secondo dati certi, dal 2007 con Call of Duty Modern Warfare gli utenti che hanno giocato a questa saga sono state circa 100 milioni di persone, più dell’intera popolazione italiana. Inoltre sono stato distrutti circa 5 miliardi di veicoli all’interno del gioco e le ore che gli utenti passavano durante tutto il periodo della saga ammonta a 25 miliardi di ore ovvero 2,5 milioni di anni. Per  fare chiarezza, più dell’esistenza umana in appena 20 mila anni.

  3. Come tutti sappiamo, ogni anno esce un nuovo episodio di Call of Duty e ogni volta gli utenti accusano gli sviluppatori di pigrizia perché ogni gioco assomiglia al precedente sopratutto con Call of Duty Ghosts. Una scena di quest’ultimo gioco infatti è stata riciclata da Modern Warfare a causa di alcune immagini realizzate per quest’ultimo. Nel filmato si vede un ragazzo ferito che con i suoi compagni va verso un mezzo a quattro ruote. Stesso tipo di scena so trova su Modern Warfare 2 con alcune piccole differenze come l’utilizzo di un elicottero al posto di una macchina. Diversi sono anche i colori ma le riprese sono palesemente molto simili.

  4. Il rapporto della Corea del Nord con il resto del mondo è alquanto bizzarro e spaventoso. Queste caratteristiche emergono quando nel 2013 viene pubblicato un video di propaganda che mostra gli Stati Uniti sotto attacco.Il video mostra un ragazzo che sogna un razzo che viene lanciato. Si vedono inoltre immagini di una New York distrutta. Le stesse immagini vengono riproposte in Call of Duty Modern Warfare 3. Ma al peggio non c’è fine perché sembra che i terroristi dell’ISIS utilizzino Call of Duty per allenarsi o per scambiarsi messaggi impossibili da intercettare.

  5. Tutti i nostri genitori almeno una volta ci hanno detto la classica frase Gioca un’oretta e poi spegni. Okan Kaya, a quanto pare, non ha mai sento questa frase. Lui infatti è riuscito a giocare per 135 ore consecutive a Call of Duty e infatti ha fatto il record per il tempo di gioco più lungo nella storia dei videogiochi. Ha giocato per 7 giorni consecutivi con 10 minuti di pausa davanti allo schermo. Dopo poco aver finito di giocare si è addormentato davanti allo schermo del PC.