Benvenuti in una nuovissima serie di Curiosity TOP 5, ovvero la serie settimanale pubblicata OGNI MERCOLEDI ALLE 15.30 su www.leonardoverona.it

Per contatti, consigli e altro riguardante questa serie: curiosity@leonardoverona.it

https://www.facebook.com/leonardoveronaswebsite/


Ecco le 5 cose che NON sapevi su – Anonymous

  1. anonymousNato nel 2003 dato che il nickname Anonymous veniva utilizzato quando qualcuno non si registrava ma prendeva parte a vari forum

  2. scientology1-670x444Nel 2008 i ragazzi di Anonymous si schierarono contro Scientology perchè essa ha rimosso dalla rete un video ironico di Tom Cruise il quale inizia a denunciare i crimini commessi dalla chiesa. Si creano due gruppi di Anonymous, i moralisti e chi a voglia di divertirsi. I moralisti nel 2009 vanno in aiuto ai dissidenti Iraniani per permettere loro di condividere anonimamente in rete tutti i documenti censurati dal governo creando il famoso fenomeno dell’ Hacktivism. L’altro gruppo invece prende in giro Jessi Slaughter una 11enne che si crede 16enne

  3. bonfire-night-november-5-guy-fawkesLa maschera degli Anonymous è una rappresentazione del volto di Guy Fawkes, ovvero colui che, nella Congiura delle Polveri, tentò di far saltare in aria la camera dei Lord a Londra nel 1605. Fu fermato e trovato con ben 36 barili di polvere da sparo, pronti a scoppiare. David Lloy creò la maschera del Guy Fawkes con un volto bianco, un sorriso particolare con baffi all’insù e pizzetto a forma di V, ovvero il protagonista di V per Vendetta

  4. wikileaksAlla fine del 2010 dopo forti pressioni a WikiLeaks per la diffusione di materiale riguardante gli Stati Uniti, il gruppo di Anonymous decise di attaccare Amazon, Paypal, Visa e Mastercard, con la conseguente messa offline di essi.

  5. anonymous-hacker-isisGli Anonymous ultimamente si stanno dando da fare per combattere il terrorismo islamico, infatti il 9 Gennaio hanno diffuso un video dove appunto vogliono vendicarsi dopo l’attacco a Charlie Hebdo due giorni prima. Il giorno successivo all’attentato, Anonymous ha bloccato moltissimi account social di reclutatori islamici. Dopo l’ultimo attentato, Anonymous diffonde un video dove promuovono #OPPARIS per perseguire autori,mandanti e tutti coloro legati agli attentati